6Museale

PALAZZO MADAMA – TAKE A BREATH!

La Fondazione Torino Musei ha avviato un progetto di controllo della qualità e salubrità dell’aria all’interno degli ambienti museali, rivolto non solo alla conservazione delle opere, ma anche al benessere e al comfort del visitatore.

L’innovativo progetto TAKEABREATH è stato realizzato per la mostra “Andrea Mantegna. Rivivere l’antico, costruire il moderno.” che si è tenuta a Palazzo Madama.

La campagna di monitoraggio ambientale ha previsto l’installazione di due sensori di ultima generazione, posizionati nelle aree del museo interessate dalla mostra, che rilevano costantemente i parametri che influiscono sulla qualità dell’ambiente interno (composti organici volatili, polveri sottili PM10 e PM2,5, temperatura e umidità dell’aria, elettrosmog e CO2). I dati, elaborati settimanalmente, sono stati esposti in modo sintetico in museo, per informare le persone sul benessere ambientale e sulla qualità dell’aria che si respira durante la visita alla mostra.

I riscontri sono stai molto positivi ed hanno evidenziato un’elevata qualità dell’aria all’interno dello spazio museale per tutta la durata della mostra.

Gli ottimi risultati rilevati dal monitoraggio dell’aria dimostrano l’efficienza degli impianti installati e delle misure di tutela adottate.

Nel dettaglio, l’attività ha riguardato il monitoraggio in continuo dei parametri microclimatici che condizionano la qualità dell’ambiente interno. I dati sono stati  elaborati e trasmessi mediante rapporto di monitoraggio basato sulle norme tecniche di riferimento, con analisi e commento degli andamenti dei dati monitorati.

Campagna di monitoraggio in continuo per il rilievo delle condizioni di conservazione e per la proposta di interventi impiantistici e gestionali per la risoluzione delle criticità emerse dall’analisi dei dati di monitoraggio.
L’attività riguarda:
• il monitoraggio in continuo mediante datalogger tradizionali e la restituzione di report periodici contenenti l’analisi dei rischi per la conservazione delle collezioni;
• l’affiancamento al museo nelle riunioni organizzative interne per la gestione degli impianti e delle vetrine;
• la sperimentazione in campo di soluzioni innovative per il miglioramento delle condizioni di conservazione. In particolare nell’estate 2011 è stato installato nel piano Fossato del Museo, in via sperimentale, il sistema di monitoraggio wireless WEOLO.

 

Cappella della Sacra Sindone

Attività di monitoraggio della qualità dell’aria condotta durante l’intervento di restauro dell’altare della Cappella della Sacra Sindone.

Sono stati monitorati i seguenti parametri ambientali:

  • temperatura e umidità relativa dell’aria;
  • polveri sottili (PM10 e PM2,5);
  • composti organici totali (TVOC).

La redazione di report settimanali ha consentito di valutare l’efficacia dei provvedimenti finalizzati a limitare il più possibile i rischi per la conservazione dei materiali storico-artistici e per la sicurezza di operatori e visitatori.

Capitolium

Progetto di monitoraggio e campagna di monitoraggio in continuo per il rilievo delle condizioni di conservazione degli affreschi conservati all’interno del sito UNESCO IV Cella del Santuario Repubblicano del Capitolium  e proposte di interventi, sia impiantistici che gestionali, per la risoluzione delle criticità emerse dall’analisi dei dati di monitoraggio.

L’attività ha riguardato:

  • la realizzazione di un nuovo sistema di monitoraggio integrato con il BMS dell’impianto di climatizzazione in modo che assolva anche alla funzione regolazione, che consente la consultazione da remoto dei dati rilevati e la gestione efficiente degli impianti al fine di garantire un’ottimale conservazione delle opere.  Il sistema è stato progettato per provvedere all’acquisizione dei dati di:
    • temperatura e umidità relativa dell’aria esterna e interna;
    • irraggiamento solare e illuminamento interno;
    • temperatura superficiale;
    • velocità dell’aria;
    • anidride carbonica (CO2).
  • il monitoraggio delle grandezze ambientali in grado di influenzare le condizioni di conservazione del sito archeologico. I numerosi dati rilevati dal sistema di monitoraggio vengono esaminati trimestralmente ed elaborati in tabelle e grafici riassuntivi che forniscono una rappresentazione sintetica dell’andamento del microclima dell’area.

Museo del Cinema

Attività di consulenza finalizzata all’ottenimento delle ottimali condizioni climatiche di conservazione per le collezioni esposte preso la Mole Antonelliana e custodite presso i depositi del Museo, comprensiva di campagna di monitoraggio in continuo per il rilievo delle condizioni di conservazione e della proposta di interventi impiantistici e gestionali per la risoluzione delle criticità emerse dall’analisi dei dati di monitoraggio.

L’attività riguarda:

  • Il monitoraggio in continuo dei parametri microclimatici, mediante datalogger tradizionali, di tutti gli ambienti espositivi e di deposito e la restituzione di report periodici contenenti l’analisi dei rischi per la conservazione delle collezioni;
  • L’affiancamento al museo nelle riunioni organizzative interne per la gestione degli impianti e delle vetrine;
  • La sperimentazione in campo di soluzioni innovative per il miglioramento delle condizioni di conservazione. In particolare, nell’estate 2011 è stato installato nel piano Fossato del Museo, in via sperimentale, il sistema di monitoraggio wireless WEOLO.

MAO

Campagna di monitoraggio in continuo, ed in tempo reale, dei parametri microclimatici che caratterizzano l’ambiente di conservazione (temperatura e umidità relativa dell’aria), effettuata presso il “Museo d’Arte Orientale” di Torino, ai fini della valutazione del rischio di degrado per le collezioni esposte.
L’attività ha riguardato:
• la stesura del progetto di monitoraggio;
• la misura dei parametri microclimatici all’interno degli ambienti di conservazione (sale espositive, vetrine museali e depositi), su base annuale così da coprire le varie stagioni ed i diversi assetti impiantistici;
• la restituzione di report periodici contenti l’analisi dei dati rilevati ed i suggerimenti gestionali e le proposte progettuali per l’attivazione di interventi intesi a dare soluzioni alle problematiche emerse.

Teca Leonardo

Progettazione della teca dell’autoritratto di Leonardo da Vinci
L’attività ha riguardato la realizzazione di una bacheca per l’autoritratto di Leonardo, al fine di mantenere le condizioni microclimatiche simili a quelle del Caveau della Biblioteca Reale, luogo dove è abitualmente custodito. Nel dettaglio, è stato sviluppato un “contenitore intelligente”, in grado di monitorare in tempo reale ed in continuo mediante appositi sensori i parametri di temperatura e umidità relativa, nonché gli andamenti temporali.
Le indicazioni circa le condizioni ottimali di conservazione e di esposizione sono state fornite dall’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario (ICRCPAL), mentre le attività di progettazione, realizzazione e collaudo della bacheca, al fine di certificarne le prestazioni, sono stati supervisionati dal Politecnico di Torino, con il supporto operativo di Onleco.
Onleco ha contribuito al progetto del sistema di monitoraggio e con il supporto tecnico durante la costruzione della teca.

Tosio Martinengo

Installazione del sistema di monitoraggio e regolazione impianti wireless Weolo (Wireless Data Logger System), nell’ambito dell’importante processo di riqualificazione edilizia, impiantistica e restauro di Palazzo Martinengo. Il sistema consente la regolazione degli impianti poiché in grado di interfacciarsi direttamente con il sistema di supervisione. L’installazione, che consente il monitoraggio delle condizioni microclimatiche in fase pre e post intervento, è utile per la valutazione sul lungo periodo dell’efficacia degli interventi proposti e realizzati.
L’attività riguarda:
• la messa a punto del piano di monitoraggio;
• l’installazione in campo ed il collaudo del sistema wireless;
• lo studio e la messa a punto delle logiche di regolazione degli impianti.

Palazzo Sums

Monitoraggio, analisi delle condizioni termoigrometriche e dichiarazione di conformità microclimatica per la mostra temporanea: Monet, Cézanne, Renoir e altre storie di pittura in Francia – 2010-2011 (PALAZZO SUMS – SAN MARINO)
L’attività ha riguardato:
• la stesura del progetto di monitoraggio in seguito ai lavori di realizzazione del nuovo sistema impiantistico per la climatizzazione delle sale espositive;
• la misura dei parametri microclimatici all’interno delle sale espositive mediante l’impiego di datalogger tradizionali;
• la restituzione di report periodici (settimanali) contenti l’analisi dei dati rilevati.

Museo Egizio

Progetto di rifunzionalizzazione ed ampliamento del Museo delle Antichità Egizie di Torino.
L’attività ha compreso:
• analisi dell’illuminazione degli spazi espositivi e delle vetrine;
• analisi termofluidodinamiche degli ambienti espositivi.

Museo Automobile

L’attività di consulenza ha riguardato il progetto di ristrutturazione della sala conferenze esistente che ha condotto alla realizzazione di una sala auditorium principale e altre due sale minori poste rispettivamente al primo e secondo piano.
In particolare è stata eseguita la verifica delle prestazioni acustiche connesse alla riverberazione e all’intelligibilità della parola e la valutazione delle delle prestazioni fonoisolanti delle strutture di involucro, oltre alla valutazione della rumorosità degli impianti di ventilazione a servizio delle sale.