5Residenziale

Nuova residenza a Fossano

Verifica della conformità ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) vigenti ai sensi del Decreto Ministeriale 11 ottobre 2017 “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.” (G.U. n. 259 del 6 novembre 2017) e applicazione del protocollo ITACA per la fase di progetto (certificato con punteggio 2.1) e del progetto di realizzazione dell’intervento di nuova costruzione dell’edificio da destinarsi a edilizia sovvenzionata.

Condominio Teodosia

Il fabbricato in oggetto è stato oggetto della valutazione di fattibilità al Superbonus del 110% del Decreto Rilancio 34/2020 per opere di riqualificazione energetica. Da qui l’obiettivo di indagare le soluzioni energetiche per ottenere il miglioramento di due classi energetiche e nel contempo dare luogo ad una riqualificazione edilizia nel pieno rispetto di un’architettura cara ai condomini. L’obiettivo raggiunto, grazie al lavoro di squadra e alla piena collaborazione con BOX Architetti, lo Studio Tecnico Proeco e l’arch. Eraldo Martinetto, già progettista dell’edificio all’epoca di costruzione, è stato di assoluto livello. L’intervento che ha previsto la coibentazione delle pareti verticali, della copertura e del piano pilotis, la sostituzione dei serramenti, l’installazione di un impianto solare termico e di un impianto fotovoltaico permettono di portare l’edificio dall’attuale Classe Energetica D alla Classe Energetica A1. Il risparmio economico per la riduzione dei consumi, che supererà i 120.000 €/anno, si assocerà anche ad una forte riduzione di impatto ambientale. La riduzione delle emissioni di CO2 infatti è pari all’effetto di assorbimento che sono in grado di dare circa 15000 alberi di alto fusto. L’intervento quindi avrà un effetto pari a quello che genera il 15% dell’intera piantumazione verde cittadina, quindi sarà come creare un grande parco al centro della città. L’intervento inoltre è stato progettato secondo i canoni del Protocollo GBC Condomini e per tale ragione verrà valutato con questo protocollo di sostenibilità per ottenerne la certificazione

Residenza Codegone

L’attività ha riguardato la consulenza acustica relativa all’intervento di realizzazione della nuova residenza universitaria Cesare Codegone in via Paolo Borsellino a Torino. In particolare sono state eseguite le misure di collaudo acustico per la redazione della Relazione conclusiva di rispetto dei requisiti acustici passivi. Oltre alla verifica ai sensi del D.P.C.M. 5/12/97 è stata inoltre valutata la prestazione di isolamento tra camere ai sensi della norma UNI 11367.

L’edificio di nuova costruzione ha pianta rettangolare e ospita al piano terra spazi per le attività di studio, di svago e ricreative, alcuni uffici e un mini alloggio; mentre dal primo al settimo piano si trovano gli spazi residenziali (camere singole e doppie).

Studentato Ferrucci

L’attività ha riguardato la consulenza acustica relativa all’intervento di rifunzionalizzazione dell’immobile sito in corso Ferrucci 12 a Torino per la trasformazione di un’ex residenza religiosa in un nuovo studentato.

Il progetto prevede la realizzazione di circa 150 camere di diversa tipologia (singole, doppie, superior), distribuite su 5 livelli, dotate di spazi comuni al piano terra e al piano interrato, tra cui un’area ristorante, una zona palestra, sale studio e sale conferenza.

In particolare sono state seguite la fase di realizzazione in cui è stata fornita la consulenza in corso d’opera e la fase finale di collaudo delle opere.

De Cristoforis 6

L’attività ha riguardato la consulenza acustica relativa all’intervento di ristrutturazione dell’ex residence The Big di via De Cristoforis 6, per la realizzazione di una nuova struttura ricettiva nell’area di Porta Nuova a Milano.

Il progetto ha previsto la modifica del layout distributivo con la creazione di circa 170 camere. Sono inoltre previsti un ristorante, un bistrot e lounge bar, servizi fitness, SPA e un centro congressi.

In particolare è stata seguita la fase di realizzazione degli interventi in cui è stata fornita la consulenza in corso d’opera. Al termine dei lavori verrà effettuato il collaudo acustico delle opere

Vela 32

L’attività ha riguardato la consulenza energetica finalizzata all’ottimizzazione del funzionamento dell’impianto di riscaldamento condominiale caratterizzato da un sistema di emissione costituito da pannelli radianti annegati nei solai interpiano.

Attraverso un’indagine diagnostica finalizzata ad individuare le criticità del sistema impiantistico sono emersi marcati fenomeni di squilibrio termico tra i vari ambienti con conseguenti situazioni di discomfort termico e consumi con ampi margini di riduzione.

L’attività svolta ha permesso di definire e progettare interventi puntuali non invasivi per il ripristino del funzionamento delle serpentine che manifestavano criticità di circolazione. Attraverso la nostra Direzione Lavori, il collaudo e lo studio delle regolazioni ottimali per massimizzare il comfort e minimizzare i consumi, i risultati ottenuti sono stati ampiamente tangibili:
• raggiungimento di un livello uniforme di temperatura tra i vari punti del fabbricato;
• riduzione dei consumi del 32%.

Po Antonelli 77 | Deep Renovation

Il fabbricato in oggetto è stato oggetto di un processo di efficientamento dell’impianto termico, con contestuale installazione di un sistema di contabilizzazione individuale del calore, che ha portato sì ad una riduzione dei consumi medi nell’ordine del 30%-35%, ma anche l’avvento di sperequazioni di spesa tra le varie unità immobiliari. Da qui, oltre alla necessità di operare una riqualificazione edile delle facciate, è emersa l’opportunità di agire a livello globale sul fabbricato, studiando però prima accuratamente il percorso da seguire, ottimizzando gli aspetti energetici, economici e finanziari, oltre a sfruttare al meglio il quadro di incentivazione disponibile.

Lo studio di fattibilità ha quindi avuto l’obiettivo individuare e studiare gli scenari di riqualificazione energetica dell’involucro edilizio che permettessero nel contempo di perseguire i seguenti obiettivi definiti con la committenza:
• risanare l’involucro edilizio che presenta ammaloramenti in vari punti;
• incrementare il valore immobiliare del fabbricato;
• migliorare l’aspetto estetico del fabbricato;
• ridurre le divergenze di fabbisogno energetico per riscaldamento che attualmente sussistono tra le varie unità immobiliari;
• abbattere i consumi di riscaldamento dell’intero edificio;
• migliorare le prestazioni energetiche per raffrescamento attraverso sistemi passivi.

L’attività ha permesso di individuare la soluzione ottimale dal punto di vista del rapporto costi / benefici per rispondere ai requisiti della committenza, definendo il quadro economico-finanziario per l’attuazione del progetto.

 

 

Villa “Poma” | Bordighera

Oggetto dell’attività svolta è la consulenza offerta per la costruzione di un nuovo edificio ad uso residenziale attraverso un processo di demolizione di un fabbricato esistente e la costruzione di un nuovo edificio.

La progettazione ha visto coinvolti tutti i settori di Onleco, che hanno collaborato in modo stretto con altri professionisti, attraverso un processo di progettazione integrata. L’obiettivo della committenza era quello di realizzare una costruzione che rispettasse gli attuali standard di sostenibilità ambientale per le nuove costruzioni.

Le nostre attività hanno riguardato:

  • Progettazione energetica e individuazione delle soluzioni ottimali per l’involucro edilizio e gli impianti termici finalizzata alla realizzazione di un edificio a ridotto fabbisogno energetico;
  • Analisi completa di tutti i nodi strutturali con la finalità di eliminare i ponti termici e l’insorgere di problematiche legate alla presenza di condensa superficiale ed interstiziale;
  • Valutazione previsionale di impatto acustico;
  • Verifica delle condizioni di comfort interno degli ambienti nonché l’isolamento acustico tra le zone che in futuro potrebbero costituire unità abitative separate;
  • Effettuazione di un Pre-Assessment LEED for Homes al fine di conferire al progetto le caratteristiche di sostenibilità proprie del livello di certificazione Silver del protocollo identificato e individuazione delle soluzioni per l’incremento sino al Gold.

 

 

 

Picco 33-35

L’attività ha riguardato la consulenza energetica finalizzata alla rifunzionalizzazione dell’impianto di riscaldamento condominiale.
L’edificio, realizzato tra gli anni ’60 e gli anni ’70, presentava un impianto di riscaldamento con sistemi radianti annegati nella struttura e caratterizzato da marcati fenomeni di squilibrio termico tra i vari ambienti con conseguente discomfort termico e consumi con ampi margini di riduzione.

L’attività svolta, prima iniziata con una capillare diagnostica in ogni unità immobiliare, ha permesso di definire e progettare interventi:
• puntuali non invasivi per il ripristino del funzionamento delle serpentine con criticità di circolazione;
• di riqualificazione della centrale termica con inserimento di sistema di regolazione evoluto;

Attraverso la nostra Direzione Lavori, il collaudo e lo studio delle regolazioni ottimali per massimizzare il comfort e minimizzare i consumi, i risultati ottenuti sono stati ampiamente tangibili:
• dimezzamento del divario massimo di temperatura tra i vari punti del fabbricato;
• riduzione dei consumi del 25%

 

Sebastopoli 37-39-41

L’attività ha riguardato la consulenza energetica e la direzione dei lavori finalizzati alla rifunzionalizzazione della centrale termica e della centrale idrica condominiale.

Una delle esigenze in fase di progettazione era di ricavare uno spazio da dedicare alla realizzazione della centrale antincendio.

Un’attenta gestione del processo di riqualificazione e delle sue tempistiche è stata necessaria al fine di evitare periodi di interruzione dei servizi di riscaldamento e acqua calda sanitaria.

Le singole colonne di distribuzione dell’acqua calda e fredda sono state singolarmente intercettate per agevolare futuri lavori di manutenzione sui singoli circuiti minimizzando il disservizio per i condomini e facilitando gli interventi d’urgenza.

L’installazione di un sistema di monitoraggio delle temperature degli ambienti di tipo wireless ha permesso una regolazione ottimale delle temperature interne al fine di massimizzare il comfort e minimizzare i consumi energetici.