7Ricettivo

Scuola Enrico Fermi

L’attività ha riguardato la consulenza acustica per il progetto di restauro e risanamento conservativo della scuola secondaria di primo grado Enrico Fermi, nell’ambito del progetto intitolato “Torino fa scuola” avviato nel 2014 dalla Fondazione Agnelli e dalla Compagnia di San Paolo.

Sono state seguite tutte le fasi di progettazione (in cui sono state elaborate la Valutazione previsionale di rispetto dei requisiti acustici passivi e la Valutazione previsionale di clima acustico), la fase di realizzazione degli interventi in cui è stata fornita la consulenza in corso d’opera e la fase finale di collaudo delle opere.

Temi centrali della progettazione acustica sono stati quelli del fonoisolamento e del controllo della riverberazione finalizzato alla comprensione ottimale del messaggio parlato, alla base dei processi di apprendimento.

Verifica della conformità ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) vigenti per l’intervento di restauro e risanamento conservativo della scuola secondaria di primo grado Enrico Fermi di Torino, ai sensi del Decreto Ministeriale 11 ottobre 2017 “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.” (G.U. n. 259 del 6 novembre 2017).

Progettazione energetica e individuazione delle soluzioni ottimali per la riqualificazione dell’involucro edilizio e per l’efficientamento degli impianti termici finalizzata alla realizzazione di un edificio scolastico a ridotto fabbisogno energetico.

Analisi completa di tutti i nodi strutturali con la finalità di eliminare i ponti termici e l’insorgere di problematiche legate alla presenza di condensa superficiale ed interstiziale.

Corte Alfieri

L’attività ha riguardato la consulenza acustica per l’intervento di ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso del complesso edilizio in via Alfieri 22 a Torino.

L’intervento ha previsto la realizzazione di unità abitative di differenti metrature, mantenendo il più possibile inalterata la struttura muraria. Sono stati inoltre conservati i fronti esterni, mentre per le facciate interne alla corte è stato previsto il rifacimento e la creazione di balconi di maggiore profondità.

In fase di progetto sono state condotte le valutazioni previsionali di rispetto dei requisiti acustici passivi e di clima e impatto acustico, oltre al capitolato prestazionale dei principali componenti edilizi ed impiantistici. È stata inoltre seguita la fase finale di collaudo acustico delle opere.

Spazio Oberdan | MEET

L’attività ha riguardato la consulenza acustica per il progetto di rifunzionalizzazione del MEET (centro internazionale di cultura digitale) all’interno dei locali precedentemente occupati dallo Spazio Oberdan, al piano terra dell’edificio in via Vittorio Veneto 2 a Milano.

La sala, progettata da Gae Aulenti, con capienza di circa 200 posti a sedere, ospitava rassegne cinematografiche, spettacoli musicali e conferenze. L’intervento in oggetto prevede in particolare l’ammodernamento delle dotazioni impiantistiche per permetterne un utilizzo più flessibile e conforme alle richieste di eventi con differenti contenuti multimediali

L’attività ha previsto l’analisi dello stato di fatto attraverso idonee misure in situ utili alla caratterizzazione del tempo di riverberazione all’interno dell’ambiente nelle condizioni di stato di fatto e la progettazione degli interventi acustici finalizzati al soddisfacimento dei requisisti di buon ascolto nella sala.

È stata inoltre fornita la consulenza in corso d’opera con l’esecuzione di specifiche misure in situ finalizzate a verificare la risposta acustica della sala nelle diverse fasi realizzative, terminate con la caratterizzazione acustica post-operam alla conclusione dei lavori.

ToExpo

Studio di fattibilità del progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso di Torino Esposizioni | Analisi del comfort termico e della sostenibilità ambientale e verifica della conformità ai Criteri Ambientali Minimi.

Castello di Bruzolo

Incarico

La consulenza energetica è stata finalizzata all’analisi di diverse soluzioni progettuali (in ambito sia impiantistico che di efficientamento dell’involucro edilizio) per la riqualificazione di un edificio storico tutelato (castello risalente al XIII secolo) e la sua riconversione ad attività espositiva, ristorativa e ricettiva.

Le scelte progettuali sono stato sviluppate mantenendo e valorizzando le caratteristiche storiche e architettoniche dell’edificio, che presenta particolarità strutturali ed architettoniche, tipiche di un fabbricato ampliato e riqualificato a più riprese a partire dal medioevo fino alla fine del XVIII secolo.

L’attività ha permesso di trovare le migliori soluzioni per:

  • la minimizzazione dei consumi energetici;
  • la massimizzazione del comfort degli occupanti, differenziando le varie zone con differenti esigenze;
  • l’inserimento di nuovi impianti salvaguardando integralmente le caratteristiche storiche del fabbricato;
  • l’adattamento a particolari esigenze di flessibilità in fase operativa;
  • il contenimento dei costi di gestione e manutenzione.

 

Nuvola Lavazza

Commissioning Avanzato del nuovo centro Direzionale della Lavazza S.p.A. di Torino. Il progetto, firmato dallo Studio Cino Zucchi e Associati, prevede un grande intervento di riqualificazione urbana che riguarderà un intero isolato a destinazione industriale, circa 30.000 m2, e che ospiterà la nuova sede della Lavazza in grado di accogliere tutti gli uffici direzionali e operativi della società.
L’attività di Commissioning verrà svolta in linea con quanto definito dal Sistema di Valutazione LEED® e riguarderà i seguenti sistemi energetici dell’edificio:
• impianti di riscaldamento, ventilazione aria condizionata, refrigerazione e i sistemi di regolazione e controllo ad essi connessi;
• sistemi di produzione di acqua calda sanitaria;
• sistemi di controllo dell’illuminazione;
• impianti di produzione di energia rinnovabile.

Palazzo Civico

L’attività ha riguardato:
• l’attività di diagnosi energetica del Palazzo municipale del comune di Settimo Torinese con riferimento alla climatizzazione invernale, estiva, produzione di acqua calda e usi elettrici;
• la modellazione energetica di scenari di riqualificazione dell’involucro e impiantistica;
• l’analisi delle condizioni di comfort degli occupanti con modelli di simulazione dinamica agli elementi finiti e misura delle condizioni reali in situ.

 

Nuova scuola per l’infanzia | Calenzano

Il progetto per la realizzazione della nuova scuola dell’infanzia è stato pensato dal Comune per ospitare 4 sezioni didattiche. L’impianto distributivo della nuova scuola si allontana dall’approccio tradizionale basato sull’unitarietà didattica della sezione, quale unico ambiente contenitore delle varie esperienze formative, a vantaggio di una serie di spazi comuni, dislocati su una struttura planimetrica estremamente aperta e flessibile. In fase di progettazione è stata data particolare attenzione all’orientamento e al distanziamento dalle strutture circostanti al fine di garantire le migliori condizioni di comfort legate all’illuminazione naturale degli ambienti e all’acustica.

La progettazione ha visto coinvolti tutti i settori di Onleco, che hanno collaborato in modo stretto con altri professionisti, attraverso un processo di progettazione integrata. Le nostre attività hanno riguardato:
• progettazione energetica e individuazione delle soluzioni ottimali per l’involucro edilizio e gli impianti termici finalizzata alla realizzazione di un edificio a ridotto fabbisogno energetico;
• analisi completa di tutti i nodi strutturali con la finalità di eliminare i ponti termici e l’insorgere di problematiche legate alla presenza di condensa superficiale ed interstiziale;
• valutazione a calcolo dei requisiti acustici passivi e ottimizzazione delle prestazioni acustiche connesse alla riverberazione e all’intelligibilità della parola all’interno degli ambienti destinati allo svolgimento dell’attività didattica;

• valutazione previsionale di clima e impatto acustico;
• verifica del rispetto dei Criteri Ambientali Minimi come definiti dal DM 11 ottobre 2017 per l’intervento in oggetto.

Teatro Donizetti

L’attività ha riguardato la progettazione acustica della sala polivalente in fase di gara di appalto. Le migliorie proposte sono state pensate per:
• ottimizzare le prestazioni di isolamento acustico allo scopo di utilizzare la sala in contemporanea con altri ambienti del teatro, limitando al massimo la propagazione del rumore e il disturbo reciproco tra ambienti;
• permettere diversi utilizzi della sala (sala prove per piccole e medie formazioni d’orchestra e sala conferenze) in condizioni acustiche ottimali.
Particolare attenzione è stata posta nella progettazione del trattamento acustico interno della sala. La miglioria proposta è stata studiata con l’obiettivo di ottimizzare le diverse configurazioni geometriche, attraverso l’impiego di Rhinoceros. L’ottimizzazione delle superfici è stata portata avanti a partire da analisi qualitative basate sul ray-tracing, al fine di comprendere come i raggi sonori vengono distribuiti rispetto nello spazio, e analisi quantitative, utilizzando lo strumento di programmazione e simulazione Pachyderm Acoustic. Utilizzando un ottimizzatore multi-obiettivo è stato possibile generare una grande quantità di analisi nelle quali sono state testate varie configurazioni di trattamenti acustici. I parametri ottimizzati durante lo studio preliminare mirano a raggiungere un tempo di riverberazione ottimale e valori di intensità del suono (G) soddisfacenti. Le soluzioni più efficienti sono state successivamente oggetto di valutazioni di dettaglio attraverso il software Odeon, per l’individuare la soluzione ottimale.
Sono state inoltre fornite proposte migliorative per l’insonorizzazione delle centrali UTA a servizio dell’edificio, finalizzate a contenere le immissioni sonore in ambiente esterno e a limitare la propagazione del rumore e delle vibrazioni verso l’ambiente interno.

ToExpo

Il complesso di Torino Esposizioni è costituito da una serie di fabbricati aventi caratteristiche diverse dal punto di vista delle destinazioni d’uso e per quanto riguarda gli aspetti architettonici e impiantistici.

A valle di un’attenta analisi dei vincoli architettonici presenti e della normativa in vigore in tema di contenimento dei consumi è stato individuato un percorso di efficientamento dell’intero complesso suddiviso in varie fasi.

AZIONE SULLE PRESTAZIONI INDOOR: abbattimento della domanda di energia attraverso l’adozione di requisiti ambientali indoor meno prestazionali per le zone che richiedono condizioni di comfort ambientali inferiori.

INTERVENTI PER LA RIDUZIONE DELLA DOMANDA DI ENERGIA UTILE DEGLI INVOLUCRI EDILIZI: analisi delle strategie volte al contenimento dei consumi energetici agendo sull’incremento prestazionale dell’involucro edilizio dal punto di vista termo-fisico compatibilmente con i vincoli architettonici.

STRATEGIE DI EFFICIENTAMENTO DEI SISTEMI IMPIANTISTICI: valutazione della fattibilità legata all’adozione di soluzioni con convertitori più efficienti e analisi dell’opportunità di costituire un ENERGY-HUB che permetta di ottenere ottimizzazioni di tipo energetico e/o economico (tariffario) e/o ambientale (emissioni di inquinanti). Questo ha comportato un’attenta valutazione delle condizioni di contemporaneità dei carichi termici legati a riscaldamento e raffrescamento.

INTRODUZIONE DI SISTEMI DI UTILIZZO DI FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE: analisi degli spazi idonei, per efficienza del sistema e per impatto estetico, ove collocare i pannelli fotovoltaici.

VALUTAZIONE DEI RISULTATI DEGLI INTERVENTI IN TERMINI DI CONTENIMENTO ENERGETICO E IMPATTO AMBIENTALE: valutazione dell’impatto in termini di riduzione di fabbisogno di energia primaria globale per gli scenari di intervento individuati rispetto alla baseline iniziale.